Apartheid

Ma l’elica d’argento non ha finito con i personaggi.

Dopo il successo conseguito a Cuzco perù questa è la volta di Cape Town Africa. Il problema è il gruppo dei Righteous Djinn che non è altro che la versione africana del Pugno Intrecciato e quindi un gruppo terroristico pronto ad usare il virus tifoide T.

I righeous djinn vogliono spingere il parlamento ad abolire le leggi razziali che rendono i bianchi diversi dai neri e dai jolly utilizzando come elemento catalizzatore  alcuni attentati a fini propagandistici.

Anche l’elica d’argento vuole l’abolizione di tale leggi ma senza che si utilizzi il terrore come metodo per abolire leggi ingiuste.

Ecco perché i personaggi arrivano in Africa e vengono accolti dall’agente speciale Psiguard specializzato in controspionaggio e potente asso esper. Dopo un rapido briefing vengono descritti 3 terroristi: L’anello mancante, Naia Ombassa e Taroque. Il primo è un jolly in grado di assumere la forma di qualsiasi primate semplicemente toccando un osso mentre Naia Ombassa è l’unica esper in grado di competere con Psiguard. Taroque ha il bizzarro potere di poter indovinare con una carta del suo mazzo speciale quale sarà la tua sorte quando verrai esposto al virus tifoide T.  Psiguard porta i personaggi in giro per la città quando il suo cercapersone squilla: è successo qualcosa. Scortati nella Casa del Parlamento i personaggi scoprono che il senatore Steinberg, conservatore, si è tramutato in un uomo rettile durante un suo sermone sulla superiorità della razza bianca. Vanno all’ospedale ove il senatore è sotto sedativi e la moglie si rifiuta di vederlo ma ormai si è tramutato: qualcuno deve aver somministrato il virus durante il suo intervento.

Il giorno dopo è il turno di un altro senatore e questa volta si tramuta una statua di pietra.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *