Il ladro assassino

Un gruppo di avventurieri si è incontrato nella città di confine di Craine nel continente di Ytarria su Yrth. Nella locanda Stella della sera si sono ritrovati Giorgio, Ana e Athalon assoldati dalla Strega bianca per recuperare un oggetto magico rubato da un ladro leggendario: Saragrave. Durante il furto l’apprendista della strega bianca Maewen è rimasto ucciso e la missione del nuovo gruppo è eliminare l’efferato ladro anche se,  in seguito alla mediazione del francescano Giorgio, la maga ha ritrattato ed ha detto che si accontenterà se l’omicida verrà assicurato alla legge.

L’oggetto rubato si chiama Dito di Mora ed è un bastone magico, i cui poteri sono in maggior parte ignoti alla stessa strega, ed è costruito con una falange di un mago-gigante di nome Mora. In passato aveva rapito Bran il duca di Crain, un bambino all’epoca e fu salvato solo quando suo padre, il duca di allora, scese a patti con una potente negromante di nome Hordag Loi  in passato sua nemica. La negromante sconfisse Mora e recuperato il principino le fu permesso di tornare in città nella sua residenza della Torre Pallida.

Venuti a conoscenza di questo Giorgio, Ana ed Athalon hanno rintracciato la Torre Pallida e stanno per varcarne la soglia.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *